Le prime 24 ore

Come tutti sanno ciò che caratterizza subito un governo sono i primi 100 giorni.
Ieri ci siamo impossessati dell’agenda di Bersani, che sicuro di vincere la prossima tornata elettorale, ha iniziato a stilare la lista degli impegni.
Volentieri riportiamo qui di seguito i primi atti da premier:
 
primi 15 secondi: telefonare a Camusso e concordare pace sociale per i prossimi 5 anni (4 sec.) i rimanenti 11 sec. congratulazioni, auguri e saluti.
 
seguenti 4 ore: telefonare a Landini e convincere la FIOM che il suo è il miglior governo possibile e che “ehi, ragasssi, non è che se pestiam’ ‘na merda poi strusssiamo il piede per terra per fare il verso a Enrico Toti”. Landini non si convince, ma si adegua per disciplina sindacale.
 
seguenti 2 ore, incontrare Vendola e “ehi ragasssi, mica si può raccontar che Gesù Cristo è morto dal sonno”. Vendola risponde narrando la visione di un sogno della favola della leggenda di Lacoonte.
 
pranzo di lavoro con Bonanni, ribadita l’equidistanza dalla CGIL si salutano e nella fretta Bonanni firma il conto, la cravatta di Bersani, e la maniglia della porta.
 
merenda con lista Monti e UDC: Monti tassa il thè e Casini si frega i biscotti.
 
informato che pende un referendum per il ripristino dell’artico 18, Bersani risponde “ehi ragasssi, mica siam passsi, mettiamoci una croce sopra”
 
cena di lavoro con i massimi esponenti del PD, al tavolo disposto a ferro di cavallo, nessuno si vuol sedere a sinistra. Ci prova Fassina, ma gli tolgono la sedia di sotto al culo.
 
Ore 24:00 stremato Bersani va a letto, si addormenta e sogna Marx, al risveglio, sussurra alla moglie, ho avuto un terribile incubo, ho sognato Mosè che scriveva il Capitale.

Addio 2012

Dopo la morte della Montalcini, apprendo che un’ altra catastrofe si è abbattuta su tutti noi:
Adinolfi ha lasciato il PD
notizia che ha turbato definitivamente questo 2012 non proprio eccezionale.
Non solo, ma con una decina di giorni di ritardo possiamo affermare che la profezia dei Maya si è avverata.
Quale sciagura più devastante per il movimento operaio, i diseredati, gli oppressi, gli ultimi, dell’abbandono del faro della sinistra internazionale: il compagno Adinolfi.
Tutti infatti lo ricorderanno per le sue battaglie di avanguardia, vero faro del proletariato internazionale !
come dimenticare l’impegno per… per… per…vabbè
come non ricordare la battaglia per… per… per… insomma
Non importa, ora non mi viene in mente niente, ma tutti voi sicuramente avrete presente la caparbietà con cui ha perseguito la lotta per… per… comunque:
BUON ANNO A TUTTI, NONOSTANTE ADINOLFI

Dalla gggente all’agende

Abbiamo consultato l’agenda Monti e abbiamo trovato quanto segue:
alla lettera L
lavoro: attività umana di dubbia utilità che alcune minoranze continuano a svolgere in cambio di una esagerata remunerazione in denaro. Programma a medio termine, ridurre drasticamente l’entità di tali minoranze, anche con la sterilizzazione forzata. Programma a lungo termine, eliminare totalmente la remunerazione non elargendola o al massimo recuperarla in toto attraverso le tasse e/o servizi a pagamento
alla lettera P
pensioni: trattasi di leggenda metropolitana. Taluni sprovveduti ritengono che dopo una decina di lustri di lavoro gli spetti un periodo di riposo remunerato. Programma a breve termine, una campagna d’informazione sull’inesistenza di tale prospettiva e corso obbligatorio (a pagamento) di sopravvivenza urbana.
 
… non ci sono dubbi: l’agenda l’ha scritta il prof. m’Inchino

I Maya

Dunque… ricapitoliamo.
Monti non si candida…
i Maya sono dei quacquaracquà…
Monti si leva dalle palle…
i marò tornano tra le palle…
Monti si candida…
non si candida Monti si candida la Marcegaglia…
la Marcegaglia declina…
il PD prepara le primarie e candida mezza CGIL…
usciti i candidati PD dalla CGIL, la CGIL torna a essere di sinistra…
si preparano i cooptati per sostituire i candidati, vengono tirati a sorte dalla mail-list di Gente Motori…
Monti si candida…
Montezemolo si ritira…
Monti non si candida allora Montezemolo telefona a Tremonti…
Monti, Tremonti e Montezemolo danno vita al movimento “Dagli Appennini alle Ande”…
i marò vanno a pescare… panico in Adriatico…
i marò si candidano, La Russa si arruola in marina, la Marcegaglia entra in CGIL, Montezemolo si candida alle regionali in Lombardia…
Fermare il declino confluisce in Italia Futura che nel frattempo è confluita in Fratelli d’Italia che nel frattempo si è sciolta insieme alle Camere…
Monti non si candida…
Bersani: “vinceremo sicuramente”, i capi d’Europa telefonano a Berlusconi per riallacciare relazioni amichevoli col prossimo governo di centrodestra…
Berlusconi offre un seggio al senato a Albertini se si ritira dalle regionali…
Albertini rifiuta: “perchè a me un seggio e agli altri la fica???”… e si toglie le mutande…
Monti si candida…
beh… in fondo in fondo i Maya non erano così coglioni…

Nuova versione 2.0

Finalmente è stato diffuso il Berlusconi 2.0
 
Sono stati fissati alcuni bugs.
1)I capelli sono direttamente avvitati al cranio e non più incollati sulla pelle.
2)I denti sono stati aumentati da 52 a 64.
3)La bocca è stata allargata di 20 mm sulla destra e 18 sulla sinistra per meglio equilibrare il sorriso.
4)L’altezza è stata portata a 2,04 m per una migliore giocabilita con NBL 2013.
5)Migliorata la connettività con le Kaiman.
6)L’Alfano è ora direttamente comandabile dal pannello di controllo senza andare alla scheda “Servi e puttanone”. Lo stesso vale per le Santanchè.
7)E’ ora possibile scegliersi i Giudici col tasto “Opzioni”.
8)Eliminato il Bug dell’ IMU.
9)Migliorata la compatibilità con “RAI1,RAI2,RAI3,Canale5,Rete4,Italia1.
10)Aggiunte le nuove armi “Cicchitto di fuoco” e “Saetta gasparriana” e lo scudo “Beppe Grillo me lo ficco”.
 
Assolutamente da votare!.

Imbavagliatelo, adesso

Ore 7:00 suona la radiosveglia, apro gli occhi e appena riconnetto il cervello sento che Renzi che si fa intervistare da Platinette.
Ore 8:30 mi fermo al bar, ordino il caffè, butto un occhio sul giornale, campeggia la foto di Renzi che dichiara “Il pallone è mio e faccio giocare chi mi pare”.
Ore 9:00 mi fermo dal tabaccaio e compro un “Gratta e Renzi”.
Ore 10:00 mi arriva un sms, è del comitato Renzi: “vota Renzi: più playstation per tutti”.
Ore 12:00 mentre pranzo accendo la TV, c’è Renzi alla Prova del cuoco che spiega la ricetta della ribollita alla boy-scout.
Ore 12:30 per fortuna ho il turno pomeridiano fino alle 21:00.
Ore 21:05 tornando a casa accendo l’autoradio, sintonizzo su Isoradio, piove della Madonna, “Code sulla A11 in direzione Prato Est, si è ribaltato un Renzi, regole sparse sulla carreggiata nord”.
Ore 21:30 mentre ceno provo con un taslkshowpoliticotantosontuttiuguali, c’è Renzi: “Rottamate D’Alema, Bersani usato sicuro, comprate un Renzi, con ecoincentivi, aperto anche sabato e domenica nelle migliori parrocchie della Toscana”.
Ore 23:30 TG1-2-3-4-5 e 7 c’è Renzi che canta la ninna nanna a Gori.
Ore 23:32 cambio stazione alla radiosveglia, non si sa mai.
Ore 7:00 del giorno dopo: suona la radiosveglia, apro gli occhi e appena riconnetto il cervello sento che Renzi che si fa intervistare da Alba Parietti.

Tutte le differite del mondo

Cancellieri: “Ci aspettano tempi difficili. Per le manifestazioni arresto differito”.
Ma sì.
In fondo pure la liquidazione (TFR per i tecnici) è salario differito.
La partita la guardiamo in differita.
Abbiamo pure la fatturazione differita, per le merci accompagnate da bolla (DDT per i tecnici).
C’è pure una bella commedia in teatro, ma non avendo i soldi, ce la guardiamo in differita.
C’è pure un Presidente della Repubblica che decide chi può essere candidato, un Presidente del Consiglio che va avanti solo con voti di fiducia.
Tutto sommato siamo pronti per la democrazia differita.

Fedeli nei secoli

Cari compagni di poca fede,
già vi sento criticare: l’indagine sul lancio dei lacrimogeni dal ministero, non si farà o al limite darà un risultato tra 20 anni.
Eh no!
Mica c’è Scaramacai al Governo, ci sono i tecnici, quelli bravi capiscioni di tutto.
Meno di 24 ore ed ecco la perizia già bella che pronta.
La pubblichiamo qui di seguito.
 
“Dai calcoli da noi effettuati, data la traiettoria, la portata dell’arma, la posizione del ministero, il grecale che spirava a 12 nodi all’ora, che il giorno 14 novembre alle 07:44 Gmt, Mercurio rientrava in Scorpione e alle 10:53 Gmt, la Luna passava in Sagittario,
risulta che
trattasi di un attentato di elementi esagitati fuoriusciti dal corteo studentesco, che sottraendo l’arma in questione all’ agente Sbirulino n° di matricola 001673004155 in forza alla questura di Orvieto Scalo, intento nell’espletare inderogabili bisogni fisici, hanno tentato di lanciare dei lacrimogeni all’interno del Ministero, col chiaro intento di minacciare alla sicurezza del Ministro allegato all’edificio, mancando il bersaglio e ricadendo sui manifestanti ivi sottostanti
 
                               Firmato il colonnello Topo Gigio

Come passa il tempo

come passa il tempo:
Torino ore 10: poliziotto gravemente ferito alla testa con una mazza da baseball
Torino ore 12: rottura del casco di un poliziotto colpito alla testa con mazza da baseball
Torino ore 15: rottura della visiera del casco del poliziotto colpito alla testa con mazza da baseball
Torino ore 18: rottura della mazza da baseball che ha impattato sulla visiera dl poliziotto
Torino ore 23: poliziotto tenta il suicidio colpendosi con una mazza da baseball,si rompe la visiera
BASTAAAA fermate l’inchiestaaaaaa